Mobile World Congress

MWC_logo Si stà tenendo in questi giorni, a Barcellona, il Mobile World Congress (MWC), l’annuale congresso che raccoglie i maggiori produttori di dispositivi mobili.

Di materiale in giro sulle ultime novità che il mercato ci propone (e ci proporrà nei prossimi mesi), ce n’è davvero tanto, e quindi eviterò di ripetermi. Cito solo 3 delle tante fonti in cui potrete saziare la vostra curiosità: Pocketnow, Engadget Mobile e Windows Mobile Italy.

Quello su cui voglio soffermarmi sono un po’ di considerazioni su alcune delle cose viste.

  1. Windows Mobile 6.5: finalmente annunciato ufficialmente (i rumors e le speculazioni iniziavano a stanzarmi) il nuovo sistema operativo per dispositivi mobili targato Microsoft. Da quanto ho potuto vedere, è davvero carina la nuova UI e sono finalmente state introdotte un paio di interessanti novità sul piano dell’usabilità, come ad esempio gli  slider per lo sblocco dello schermo. Prima che fiocchino le solite richieste, specifico subito che l’aggiornamento alla nuova versione di Windows Mobile dipende esclusivamente dal produttore del vostro device, e non da Microsoft!
  2. Windows Marketplace for Mobile: sulla scia del successo dell’iniziativa di Apple, anche Microsoft si lancia nella realizzazione di uno store on line direttamente accessibile dal dispositivo. Francamente sono un po’ scettico su questa iniziativa (il successo dello store di Apple non garantisce anche quello di Microsoft). Staremo a vedere!
  3. My Phone: è un nuovo servizio che permette di sincronizzare “on the air” i propri dispositivi mobile. Molto interessante e, da quanto si legge in giro, promette bene. Qui un paio di immagini. Vedremo
  4. Nuovi device: questa è sicuramente la parte più corposa delle news provenienti dal MWC. Fioccano nuovi dispositivi, sempre più “cool” ed accompagnati da interfacce utente sempre più evolute e carine. Mi piacciono davvero molto (manco a dirlo) i nuovi device dell’HTC. Il problema, come al solito, sarà il costo che, IMHO, è storicamente un po’ eccessivo. Spero vivamente in una nuova politica dei prezzi per questa nuova serie. In merito agli altri device, uno di quelli che mi ha maggiormente colpito è stato questo: MWC- i-mate Shows a Super Small Messaging Device. Decisamente interessante per le sue dimensioni ridottissime e per la tastiera querty. Molto bello.

Guardando i diversi video in giro, emergono 2 cose secondo me importanti: il form factor e la user experience.

In merito al form factor, la tendenze che “tirano” di più, sebbene siano in contrapposizione e si “rincorrano” in alcuni casi, sono lo stile “blackberry” e quello “iPhone”. Il primo tende a priviliegiare l’utenza business con la presenza della tastiera querty “a vista”, mentre il secondo tende all’utenza “consumer” con grandi display.

Ma la cosa che fa davvero la differenza è la User Experience. Apple insegna, ed HTC dimostra che questo è vero anche lato Windows Mobile, che realizzare una User Interface “cool” può davvero fare la differenza sul mercato. Perchè, alla fine, è il consumatore finale che fa la differenza.

Tante sono le customizzazioni della shell che si sono viste al MWC. Si passa da tentativi IMHO un po’ goffi e poco usabili a quelli decisamente più cool ma che vanno poi testati nell’uso quotidiano. E, tutta questa varietà, mi fa riflettere su 2 cose:

  1. Windows Mobile si dimostra una piattaforma aperta dal punto di vista della customizzazione. E questo è un bene.
  2. Tutte le UI viste non sono fluide. E questo è male, ma spero possa servire da stimolo per lavorare maggiormente su questo fronte.

Per il momento è tutto.

Buona navigazione!

Technorati Tags: ,