TechEd Day#1

Ieri è stata la prima giornata di TechEd. Durante la mattinata si sono organizzati piccoli meeting (5/7 persone) di discussione per parlare di community. E’ stata interessante la formula con cui si sono organizzate le sessioni: chiunque voleva proponeva un tema, ci si recava in una sala e si discuteva dell’argomento specifico. Devo dire che qualche spunt interessante è venuto fuori Wink.

Subito dopo il pranzo, il “chinotto” tongue-out documentato da Lorenzo qui e qui. Nessuna novità rilevante se non l’annuncio di Visual Studio 2008.

Dopo la keynote, si entra nel vivo delle sessioni. Il primo è stato Pat Helland con una sessione intitolate: Metropolis: Interchangeability of Operations. Una serie di riflessioni sui concetti che goveranano l’industria “normale” rapportati con la produzione di software. Molto interessante.

Da li sono passato alla sesssione su Security Development Lifecycle (SDL) tenuta da Michael Howard …. si … proprio lui (lo ammetto, allinizio non avevo capito che fosse lui).
Davvero molto molto interessante come sessione! (qui e qui un riepilogo fatto da Mauro e Raf). Da sottolineare una cosa che ha detto Michael: “non soo i tools che aiutano a rendere sicura una applicazione. Possono aiutare ma non bastano, per il semplice fatto che chi attacca, non è una macchina”.

Bella sessione.

IMAGE_018E’ stata l’ultima della giornata, poi party (in posto bellissimo) e Porto Olimpico. Ma questo è tutto sotto rigorosa NDA! (almeno finchè qualcuno non posterà qualcosa tongue-out).

Questo è il momento dell’arrivo in Hotel (e non è di pomeriggio) Surprised

 

 

Technorati Tags: ,