Windows Marketplace for Mobile: un po’ di info

L’amico Loke, riprendendo la news ufficiale, fa un po’ di chiarezza sul chiacchierato Mobile MarketPlace.

In sostanza, il modello di business è il seguente:

Revenue Model:

  • Revenue shares to the ISV 70%/30% to Microsoft
  • Registration cost: $99 per year for up to 5 application submissions
  • Special program for students
  • Special programs for startups: There are programs designed to help lower the startup cost for developers building applications for Windows Mobile devices.

Distribution:

  • Coverage in 29 countries
  • The Mobility Solutions Partner Program supports professional developers with a range of marketing and sales opportunities thereby allowing developers to focus on what they do best – building innovative solutions.

Certification:

  • Transparency into certification process
  • Developers can get more information on Test & Sign criteria on the Marketplace portal

E questa è la notizia riportata in “modo asettico”, ma so che non è questo quello che vi interessa tongue-out.
Qualcuno mi ha già chiesto pareri in merito al Marketplace, ma le mie idee non sono ancora chiarissime. Mi fa però piacere condividere queste personalissime considerazioni con chi legge queste pagine.

Dunque:

  1. Mcrosoft DOVEVA farlo. Punto. A prescindere dal successo dello store di Apple, ci sono altri produttori che si stanno attrezzando quindi…
  2. Uno store centralizzato e “certificato” serve, specie per determinate categorie di applicazioni. Ora, IMHO, tutto dipende dal processo di certificazione. La frasetta “Transparency into certification process” non dice molto, ma credo che questo sia il punto chiave in quanto:
    • se il processo è “lasco” la certificazione sarebbe inutile minando la credibilità dello store (driver nvidia docet)
    • se il processo è eccessivamente “rigido”, lo store sarebbe sostanzialmente vuoto rendendolo inutile
  3. Sui costi, non conoscendo quelli dei competitors, non so esprimere. Mi viene da fare solo una considerazione però: dato che (diciamocelo francamente) il bacino di utenza NON è quello di Apple e lo store NON è l’unico modo per distribuire le applicazioni…io i 99$ di iscrizione non li avrei fatti pagare.

Staremo a vedere le evoluzioni della cosa Smile

Stay tuned

Technorati Tags: ,