[#WPDEV] 2. Studiare le linee guida

WP_2-line_red_rgbNel post precedente, ho sottolineato l’importanza di conoscere la piattaforma su cui andremo a sviluppare la nostra applicazione. Come concluso nel suddetto post, adesso avete sotto mano sia l’idea su cosa dovrà fare la vostra applicazione sia una visione dell’ambiente su cui essa dovrà girare (sia in termini di user experience sia in termini di API che, grosso modo, andrete ad utilizzare).

La forte tentazione che si ha a questo punto del processo di realizzazione è quella di disegnare l’applicazione (o, per i più precipitosi, aprire Visual Studio ed iniziare a scrivere codice). Ammetto di esserci cascato anche io, tanto nel disegno quanto nell’iniziare subito a buttare giù un po’ di codice.

NON FATELO!!!!

Ve lo dico per esperienza. Facendolo, correte il rischio elevatissimo di buttare gran parte del lavoro svolto, soprattutto se quella su cui state lavorando è la prima applicazione che state realizzando.

Quello che dovreste fare a questo punto è leggere le User Experience Design Guidelines for Windows Phone.

Attenzione! Secondo me, in questa fase, dedicarsi allo studio forsennato delle guidelines, imparandole a memoria per recitarle in ordine sparso, non ha senso.

Il mio consiglio è quello di leggerle. Se, come mi auguro, avete a una visione della vostra applicazione, anche se in stato embrionale, la lettura delle guidelines non farà altro che dare ulteriore forma alla vostra idea, dandovi degli spunti interessanti e guidandovi a pensare in modo corretto alla vostra app.

La sezione relativa ai principi di user experience è abbastanza ricca di informazioni e consigli davvero utili alla progettazione della vostra applicazione. Come prima lettura, vi consiglio di partire dal capitolo relativo ai principi generali. La lettura di questo capitolo non farà altro che consolidare quello che avete appreso usando la piattaforma.

I principi generali si sviluppano secondo questi punti:

  • Be Modern
  • Be “On the Go” Capable
  • Be Clean
  • Be in Motion
  • Be Simple, Readable, and Minimalistic
  • Be Consistent
  • Be Authentic
  • Be Innovative

Il capitolo successivo è molto molto importante e parla della struttura dell’applicazione e del modello di navigazione di Windows Phone:Application Structure and Navigation Models for Windows Phone.

In questo capitolo vengono descritti i principi di base relativi alla struttura delle applicazioni. Verranno infatti trattati panorama e pivot con una guida su quale dei due scegliere in base alle esigenze specifiche e verranno poste le basi sul modello di navigazione da usare nelle applicazioni. Tutto questo serve ad iniziare a dare una forma corretta alla vostra applicazione. Senza queste nozioni (che, ripeto, consolidano l’esperienza fatta usando il device), si rischia di incasinare il vostro lavoro fin dalla fase embrionale.

Una volta completata la lettura di questa parte, un salto nella sezione User and Platform Interactions for Windows Phone è d’obbligo per capire come deve funzionare l’interazione dell’utente con il frutto del vostro lavoro. Questa sezione vi fornirà le indicazioni su come i vostri controlli devono essere progettati al fine di rispecchiare le linee guida (e creare una applicazione conforme alla piattaforma). Date uno sguardo a questo per capire cosa intendo.

Arrivati a questo punto, la voglia di fare prendere forma alla vostra applicazione è aumentata considerevolmente ma…abbiate ancora un po’ di pazienza perché ci sono ancora un paio di cosette da leggere.

Una delle letture che mi ha aiutato a consolidare i concetti appresi dalla lettura delle linee guida è questo articolo di Jeff Wilcox. Il post di Jeff prendere i concetti espressi nei documenti elencati e li contestualizza nell’esperienza fatta nello sviluppo di una applicazione.

Prima di prendere carta e penna (o Blend) per iniziare a disegnare l’applicazione, manca solo un ultimo passaggio: tenete sotto mano questa pagina e date uno sguardo a questa. Vi forniranno alcuni elementi utili al fine della certificazione della vostra applicazione. In questo modo, se avete previsto ad esempio di usare le Push Notification, leggendo l’ultima pagina segnalata saprete che dovete prevedere la possibilità, da parte dell’utente, di disattivare le notifiche. Questo si traduce in un elemento in più da inserire in fase di progettazione.

Bene…adesso siamo pronti ad iniziare a disegnare l’applicazione.

Ma per questo vi rimando al prossimo post.